Puglia/Ru486. Garantire aborto farmacologico alle donne della Regione

Interrogazioni Stampa Stampa 0 Commenti »

Interrogazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca al Ministro della salute

Premesso che:

secondo quanto riportano “Il Corriere del Mezzogiorno” del 15 luglio 2010 e “La Stampa” del 16 luglio 2010, a Bari, fino a quando il professor Nicola Blasi, unico ginecologo non obiettore di coscienza, non tornerà dalle ferie, non sarà possibile ricorrere alla somministrazione della pillola abortiva. Inoltre, il numero verde per l’assistenza alle donne che hanno deciso di interrompere la gravidanza con la pillola Ru486 «non è momentaneamente raggiungibile» perché «momentaneamente disattivato»; Continua »

Radicali/Ru486: pubblicati sul web i dati relativi al’uso della pillola abortiva in Toscana

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Dichiarazione della Senatrice Radicale Donatella Poretti e di Antonio Bacchi, della giunta dell’Associazione “Andrea Tamburi”
 
Abbiamo reso disponibili su http://www.radicalitoscana.it/ i dati forniti dalla Regione che mostrano come negli ultimi 4 anni sono pochissime le Asl della Toscana che hanno fatto effettivamente fatto ricorso alla pillola abortiva Ru486. Dalle tabelle si vede chiaramente che molte strutture sanitarie non hanno mai utilizzato l’aborto farmacologico o lo han fatto solo in maniera sporadica e occasionale. Su tutte spicca Firenze – Careggi con un solo caso (uno, non è un errore) in quattro anni. Continua »

Ru486: Sacconi e la crociata contro le donne

Comunicati Stampa Stampa 1 Commento »

La legge 194 non solo cercava di evitare la solitudine della donna predisponendo consultori familiari, ma poneva fine alla colpevolizzazione della donna e al concetto dell’aborto come reato contro la stirpe. Continua »

Ru486. Metodo gia’ previsto in legge. Contraccezione, clandestinita’ e obiezione di coscienza

Comunicati Stampa Stampa 1 Commento »

La decisione dell’Aifa era un atto dovuto vista la procedura del mutuo riconoscimento di un farmaco sperimentato e utilizzato in alcuni Paesi europei da oltre 10 anni. La notizia in realta’ non c’e’ nonostante il susseguirsi di commenti: la legge 194/78 prevede l’interruzione volontaria di gravidanza e prevedeva anche la possibilita’ che le tecniche si aggiornassero e quindi non solo non prevedeva il solo intervento chirurgico, ma anzi promuoveva altre modalita’ tra cui appunto quello farmacologico. Continua »

Abortire in Svizzera? Ru486, privacy e senza tempi di attesa. Interrogazione

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Incredibile che dopo trent’anni dall’entrata in vigore della 194 le donne italiane, quelle che possono permetterselo, decidano di andare all’estero per abortire! Un segnale che occorre intervenire sulla legge e sulle modalita’ di interruzione di gravidanza? Confidiamo che la relazione al Parlamento sulla 194, che doveva essere consegnata gia’ da un mese, chiarisca il fenomeno e fornisca anche delle risposte. Continua »

Abortire in Svizzera. Problemi in Italia? Interrogazione

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Interrogazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca al Ministero del Lavoro, Politiche Sociali e Salute Continua »

Ru486. L’Aifa continua a violare la direttiva Ue sul mutuo riconoscimento dei farmaci

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Sulla procedura di mutuo riconoscimento della pillola abortiva Ru486, e’ ormai noto che vi sono pressioni politiche e clericali sull’Aifa -Agenzia italiana del farmaco, organo teoricamente tecnico-scientifico- per impedirne la registrazione.
La vicenda sta assumendo contorni sempre piu’ grotteschi.
Ieri, 18 febbraio, si e’ svolto un incontro fra l’Aifa e i rappresentanti della casa farmaceutica Exelgyn per stabilire il prezzo del medicinale. Da indiscrezioni si apprende che l’Aifa avrebbe proposto un prezzo cosi’ basso (circa la meta’ del prezzo medio nei Paesi Ue) da non coprire neanche i costi di produzione e distribuzione dell’azienda francese. Continua »

Ru486: Aifa autorizza, Roccella di lotta o di governo?

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Da quando la sottosegretaria Eugenia Roccella scriveva saggi dal titolo “l’aborto le donne lo fanno da sole”, e’ passato molto tempo; ma e’ anche legittimo e umano cambiare idea e scrivere saggi sui rischi e i pericoli della Ru486. Delle evoluzioni private e personali poco ci dovrebbe interessare, se non quando la protagonista, attualmente sottosegretario alla Salute con delega sui temi etici (?!) minaccia ostruzionismi e battaglie che non spettano al suo ruolo istituzionale il cui compito e’ quello di garantire la salute delle donne, anche quelle che decidono in base ad una legge in vigore dal 1978 di abortire. Continua »

Benedetto XVI e divieto di contraccezione. I maestri senza maestria e l’imprudenza diffusa

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Benedetto XVI ha fatto appello a non far uso della contraccezione nei rapporti sessuali, affidandosi solo a metodi “naturali” e a far figli (1). Ogni volta che leggo di un papa o di un altro esponente della religione vaticana che fa appello contro l’uso della contraccezione, non riesco a non stupirmi di cotanta sfrontatezza: ma e’ possibile che chi ha deciso liberamente di non praticare sesso (almeno ufficialmente) debba poi erigersi a maestro verso chi, pur cattolico, ha deciso invece di godere anche di questo aspetto della propria vita e della propria corporalita’? Ok, sono questioni fra cattolici apostolici Continua »

Aborto/Ru486. A quando anche in Italia ed evitare i pericoli di una illegalita’ crescente? Interrogazione

Comunicati Stampa Stampa 0 Commenti »

Da marzo 2007, come riportato dall’Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), il Comitato per le specialita’ medicinali dell’Emea, l’Agenzia europea del farmaco, ha dato il via libera alla pillola abortiva Ru486 (mifepristone) e l’azienda produttrice, la francese “Laboratoires Exelgyn”, grazie alla propria autorizzazione in Francia, con la procedura europea di mutuo riconoscimento ha avviato la richiesta di commercializzazione anche in Italia. Continua »

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi