Il 14 febbraio 1968 sono nata ad Arezzo dove ho vissuto fino a trent’anni. Ora abito tra Firenze e Roma, un pendolarismo che coinvolge anche mia figlia Alice, classe 2006. Terminati gli studi del liceo scientifico non mi sono laureata pur avendo dato tutti gli esami di storia dell’arte al Dams di Bologna. Nel frattempo sono stata “iniziata” alla politica da quell’universita’ popolare che e’ Radio Radicale, ascoltare l’organizzazione di una campagna referendaria con le firme che arrivano dai tavoli, i processi integrali dalle aule di giustizia, i fili diretti con esponenti politici, le interviste per strada, i congressi dei partiti fino alle sedute parlamentari mi ha coinvolto ed appassionato, e  la prima volta che mi sono seduta tra i banchi di Montecitorio mi sembrava di esserci gia’ stata tante volte, mentre trovare un volto dietro ad una voce nota e’ stata una scoperta.

E’ nel 1995 che durante una campagna referendaria, scossa dall’immagine di Marco Pannella in sciopero della fame che metteva il suo corpo a disposizione di una iniziativa nonviolenta, dopo aver messo la mia firma ho iniziato a dare una mano alla galassia radicale per le battaglie trasnazionali e per quelle nazionali, tutte legate dal filo del rispetto dell’individuo.

Dei Radicali mi ha sempre attratto la mancanza di una ideologia e l’atteggiamento pragmatico per affrontare di volta in volta i problemi e per cercare le soluzioni. Uno Stato fatto per la persona e non il contrario, con le leggi che devono poter essere usate dai cittadini e non contro di loro.
A coinvolgermi e’ stata l’impronta libertaria, oltre che liberale e liberista delle iniziative e delle modalita’ di realizzarle, che passano dalle forme di disobbedienza civile alle iniziative nonviolente come gli scioperi della fame, sempre realizzati con la volonta’ di dialogo nei confronti dell’interlocutore politico a cui viene chiesto il rispetto delle sue regole e della sua legalita’.

Un approccio questo che mi ha spinto a collaborare anche con l’Aduc, associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, sempre di piu’, infatti, il cittadino e’ travolto da corporazioni e da uno Stato pesante che intralcia le sue decisioni e il suo vivere quotidiano. Con l’Aduc abbiamo dato vita a Notiziari per cercare di aprire una breccia sull’informazione in materie come le droghe e gli effetti devastanti delle leggi proibizioniste a livello mondiale e la ricerca scientifica e la clonazione terapeutica per avvertire che il Paese Italia puo’ restare arretrato a causa di freni ideologici. Su questo stesso fronte ho cercato anche con l’associazione Luca Coscioni di battermi per la liberta’ di ricerca scientifica. Sempre con l’Aduc ho iniziato a compilare uno “Stupidario Parlamentare” dove spulciando tra direttive Ue sulla lunghezza dei cetrioli e le proposte di leggi italiane per regolamentare tutto lo scibile umano mettevo in evidenza le difficolta’ di un cittadino nel cercare di leggere e rispettare la legge.

Le battaglie radicali per l’informazione, il conoscere per deliberare, sono il cuore e la ragion d’essere di Radio Radicale. Da ascoltatrice sono passata a essere una delle voci: dalle mie prime interviste per strada o ad esponenti politici, fino a trasmissioni come una rassegna stampa sull’America Latina o ad un notiziario sulla ricerca scientifica, che ancora realizzo.

C’e’ molto da fare per rendere piu’ al passo con quello che accade nella societa’ le nostre leggi, per adeguarle ai tempi e alle abitudini, perche’ lo Stato non sia un freno e un ostacolo, ma perche’ possa favorire il singolo cittadino ad esprimere la propria individualita’ e a praticare la liberta’.

Sono stata eletta la prima volta alla Camera dei Deputati come Radicale con la Rosa nel Pugno nella XV legislatura (2006-2008 Governo Prodi) e poi nell’attuale XVI legislatura al Senato nelle liste del Partito Democratico a seguito di un accordo per l’elezione di nove parlamentari Radicali.
Attualmente sono segretario della XII Commissione, Igiene e Sanita’, componente della Commissione d’Inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Servizio sanitario Nazionale e della Commissione Bicamerale per l’Infanzia.

La mia pagina sul sito del Senato della Repubblica
http://www.senato.it/loc/link.asp?tipodoc=sattsen&leg=16&id=23048

La mia pagina e il monitoraggio di Open Polis
http://www.openpolis.it/politico/659

La mia pagina sul sito della Camera dei Deputati della XV legislatura
http://leg15.camera.it/cartellecomuni/leg15/include/contenitore_dati.asp?tipopagina=&deputato=d302093&source=%2Fdeputatism%2F240%2Fdocumentoxml.asp&position=Deputati\La%20Scheda%20Personale&Pagina=Deputati/Composizione/SchedeDeputati/SchedeDeputati.asp%3Fdeputato=d302093&Nominativo=PORETTI%20Donatella

Il mio sito di deputata della Rosa Nel Pugno
http://www.donatellaporetti.it/indice.php

LE FOTO

Insieme a mia figlia Alice

Aggiungi fra i preferiti e condividi: