Ddl Sicurezza. Appello ai senatori di maggioranza: onorate la Costituzione, votate senza vincolo di mandato

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

E’ appena stata posta dal Governo la questione di fiducia sul disegno di legge sicurezza. Una chiara ed evidente manifestazione di mancanza di fiducia nei confronti della propria maggioranza, che si sarebbe evidentemente potuta esprimere liberamente in qualche voto segreto.
Il provvedimento criminogeno che introduce nuovi reati, tra cui quello di clandestinita’, il piu’ crudele che poteva essere ideato perche’ colpisce lo status di una persona, avrebbe infatti visto la possibilita’ di votare alcuni emendamenti con il voto segreto, non controllabile dai capibastone.
Con la questione di fiducia vedremo sfilare uno per uno e chiamati per nome tutti i senatori a ratificare una legge che non amministra il fenomeno dell’immigrazione, ma che crea criminalita’, che vede nella repressione l’unica strada ipocrita e discrezionale di governo, che vede nel sistema giudiziario e carcerario (gia’ al collasso e a rischio di esplosione) l’unica soluzione.
Sara’ più difficile per i senatori di maggioranza esprimersi secondo coscienza e svolgere il proprio incarico come previsto dalla Costituzione, ossia senza vincolo di mandato.
La fiducia chiesta oggi, tuttavia, non e’ su un decreto, ma su un disegno di legge (che infatti sara’ ridotto a tre articoli). Per questo mi sento di rivolgere un accorato appello ai senatori di maggioranza a votare secondo la propria coscienza onorando la Costituzione e il rispetto dei diritti umani.

A questo indirizzo le proposte emendative della delegazione radicale al provvedimento

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi