I parlamentari piu’ attivi. Il rapporto Openpolis vede al primo posto Donatella Poretti

Interventi Stampa Stampa Invia un commento

Secondo  il I° Rapporto “Camere aperte”, dell’Osservatorio Civico sul Parlamento Italiano realizzato da tre associazioni, Cittadinanzattiva, Controllo Cittadino e Openpolis e presentato questa mattina a Roma al Senato, risulto essere la parlamentare più attiva.
Nel ringraziare ho evidenziato come la quantita’ non sia sinonimo di qualita’ ma nell’ottica delle battaglie radicali di informare e di pubblicizzare i lavori delle istituzioni anche questo rapporto quantitativo e’ un passo nella giusta direzione.

Nel 1976 appena entrati a Montecitorio i primi radicali organizzarono le trasmissioni “pirata” delle sedute della Camera praticando cio’ che stava scritto nella Costituzione, e cioe’ che le sedute sono pubbliche. Da allora anche grazie alle ultime iniziative dei radicali -della passata e dell’attuale legislatura- la lettura delle attivita’ parlamentari (disegni di legge, interrogazioni e votazioni) sono accessibili e in formati tali che li rendono disponibili anche per rapporti come quello appena uscito. Ancora c’e’ da lavorare sugli emendamenti e sara’ tra i nostri obiettivi!

Sempre nell’ottica di rendere accessibili i lavori parlamentari abbiamo presentato una modifica del regolamento e ci battiamo perche’ anche i lavori delle commissioni possano essere consultabili non solo tramite resoconti sommari di poche righe, dove neppure l’esito delle votazioni e’ pubblico (1).

Per battere il populismo e la demagogia dell’antipolitica e del “sono tutti uguali” servono questi rapporti nell’ottica della responsabilita’ individuale delle proprie scelte e del proprio operato, proprio perche’ il parlamentare e’ senza vincolo di mandato, quindi libero, ma anche responsabile di cosa fa.

E’ con questo spirito che come Radicali Italiani abbiamo promosso una campagna pubblica da settembre perche’ tutte le istituzioni anche locali si rendano dei palazzi di vetro accessibili agli amministrati e ai cittadini che tramite l’anagrafe pubblica degli eletti possano controllarli! E per partire noi a dare il buon esempio dall’inizio dell’anno sul sito radicali.it e’ accessibile la nostra anagrafe dei parlamentari e dirigenti radicali con la loro situazione patrimoniali: entrate uscite, collaborazioni, beni mobili e immobili, partecipazioni e altri incarichi.

Dal rapporto pubblicato oggi si evince come tutta la pattuglia radicale sia ai primi posti a sottolineare l’importanza del lavoro parlamentare. Al Senato io prima ma anche Marco Perduca e’ settimo, alla Camera Rita Bernardini e’ seconda seguita da Maria Antonietta Farina Coscioni ed Elisabetta Zamparutti rispettivamente terza e quinta, e comunque anche per gli altri deputati tutti tra i primi 25. Il nostro modo per rispettare e credere nelle istituzioni e’ farle funzionare!

Il rapporto di Cittadinanza Attiva, Controllo Cittadino e Openpolis

(1) http://blog.donatellaporetti.it/?p=284

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi