Carceri. Manifestazione agenti Polizia penitenziaria eloquenti. Governo si occupi anche di personale in servizio negli Opg

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

La manifestazione in corso questa mattina davanti agli uffici del Dap da parte di tutte le sigle sindacali degli Agenti di Polizia penitenziaria, evidenzia il piu’ totale disinteresse di questo Governo verso un Corpo, clamorosamente sotto organico, in attesa da piu’ di un anno del rinnovo del contratto di lavoro, costretto a lavorare in condizioni sempre piu’ estreme, con orari di lavoro sempre piu’ massacranti e stipendi ridotti all’osso, che svolge un compito fondamentale per la sicurezza pubblica all’interno delle disastrate carceri italiane.
Da ultimo, durante una delle mie visite all’Ospedale psichiatrico di Montelupo Fiorentino, ho appreso dal personale di questa struttura, ora di competenza dell’Asl e della Regione Toscana per la parte sanitaria, come l’arbitrarieta’ da parte delle Regioni instaurata di fatto col passaggio della medicina penitenziaria alle Asl, crei dei vistosi scompensi e disomogeneita’ di trattamento sia degli internati che degli agenti di custodia. A Montelupo Fiorentino gli Agenti, nonostante la complessita’ delle mansioni che devono svolgere e il reale, comprovato rischio per la loro incolumita’ fisica e psichica, non hanno a disposizione alcun tipo di supporto medico-psicologico dedicato al loro ruolo (supporto che, per esempio, e’ previsto per gli agenti di polizia). E’ un’inefficienza di gravità inaudita con la quale si condannano tanti servitori dello Stato al rischio, sempre piu’ minaccioso stante la situazione di estremo disagio delle strutture di pena italiane, di contrarre patologie psichiche di vario grado e a rivolgersi privatamente alla Sanita’.

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi