I senatori radicali chiedono più trasparenza per la Sanità

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

“Chiediamo al senatore Ignazio Marino, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, che la Commissione acquisisca nel più breve tempo possibile i dati essenziali relativi ad ogni Direttore Generale di Azienda Ospedaliera  e ASL: curricula;  obiettivi e tempi assegnati all’atto della nomina; risultati realmente conseguiti nel tempo”.

La richiesta – depositata durante la seduta di oggi  della commissione d’inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del SSN presieduta dal sen. Marino – giunge dai senatori radicali Emma Bonino, Donatella Poretti e Marco Perduca e si basa sulle norme istitutive della Commissione presieduta da Marino, che ha come fine istituzionale “l’acquisizione di tutti gli elementi conoscitivi relativi alle condizioni organizzative ed ai modelli produttivi delle strutture sanitarie pubbliche e private” ed “ha il potere di acquisire tutti gli atti, i documenti e le testimonianze interessanti l’inchiesta”.   Grazie a questi dati – affermano i tre senatori – “conferme e sostituzioni potranno affrancarsi da meccanismi di appartenenza politica e di corrente che purtroppo costituiscono il principale criterio di scelta ora vigente.  Una delle principali lacune del Servizio Sanitario Nazionale è infatti la cronica carenza di metodi e centri di valutazione indipendenti sui principali servizi erogati.  Questa carenza di valutazione-informazione, che impedisce o rende difficile il governo dell’intero sistema, è tipica del sistema sanitario italiano e costituisce l’ostacolo maggiore per un vero miglioramento, rendendo invece possibili e naturali sprechi e inefficienze diffuse a beneficio di gruppi di potere politico-affaristico”.

L’iniziativa dei tre senatori radicali – una lettera dello stesso tenore sarà inviata  dai loro colleghi della Camera nei confronti del presidente della analoga Commissione, presieduta dall’onorevole Leoluca Orando – dà un primo seguito concreto al convegno sul tema “Sanità: più informazione e più trasparenza per i cittadini”, promosso dalla Associazione Luca Coscioni e dal Politecnico di Milano e svoltosi a Roma il 5 maggio scorso. Al convegno sono intervenuti qualificati rappresentanti degli operatori e degli utenti della sanità, giornalisti ed esponenti politici (Maria Antonietta Farina Coscioni, Donatella Poretti, Lionello Cosentino, Giuseppe Palumbo, Daniele Fichera e Ferruccio Fazio).  I rappresentanti del Parlamento, del Governo e delle Regioni hanno convenuto sulle proposte illustrate nella relazione di base dal professor Marcello Crivellini,  incentrate  sulla necessità di una maggiore trasparenza nel SSN.

Qui il testo della lettera 

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi