Efficienza Servizio Sanitario. Commissione parlamentare estende indagini sugli ospedali italiani. E’ ora di chiudere l’Ospedale del Mare alle falde del Vesuvio

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

Apprendo con favore che l’appello che ho rivolto alcuni giorni fa (1) al senatore Ignazio Marino, presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del Servizio sanitario nazionale, e’ stato accolto e fa parte ora di una piu’ vasta azione che riguardera’ tutti gli ospedali d’Italia costruiti o in costruzione in zone a rischio sismico o di altre catastrofi naturali.

Il mio appello riguardava cio’ che sta avvenendo a soli otto chilometri dal centro eruttivo del Vesuvio, nel quartiere napoletano di Ponticelli, dove si sta costruendo il nuovo Ospedale del Mare, progettato per essere, con 450 posti letto e una spesa stimata nel 2004 di 190 milioni di euro, il piu’ grande di tutto il meridione. Questo ospedale, costruito nella cosiddetta zona gialla di pericolosita’ come stimata nei piani di evacuazione della protezione civile, nel caso non escludibile che il Vesuvio si dovesse risvegliare, sara’ nel migliore dei casi evacuato in tutta fretta, nel peggiore rischia di essere sepolto dalla lava.

Con questa indagine della Commissione parlamentare, sara’ la prima volta che l’Ospedale del mare dovra’ giustificare come e perche’ e’ stato costruito in spregio alle piu’ elementari norme di sicurezza.

La commissione ha il potere giudiziario di chiudere gli ospedali che non dovessero risultare a norma e di mettere i sigilli ai cantieri, cosa che mi auguro possa accadere quanto prima per il nuovo Ospedale del Mare.

(1) http://blog.donatellaporetti.it/?p=589

 

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi