Terremoto. Senatori radicali: perché Tremonti rinuncia al miliardo dell’8×1000 per ricostruire l’Abruzzo e fa concorrenza ad associazioni no profit?

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

A seguito della proposta avanzata nella giornata di ieri da parte del Ministro per l’economia Giulio Tremonti, i Senatori Radicali eletti nelle liste del Pd, Emma Bonino, Donatella Poretti e Marco Perduca, hanno presentato un’altra interrogazione urgente relativa alla protratta omissione da parte del Governo diavvalersi, tramite una massiccia campagna informativa, del gettito dell’8×1000 per la ricostruzione delle zone terremotate in Abruzzo, poiché, secondo la legge gli introiti da 8×1000 devono essere destinato alle calamità naturali e alla conservazione dei beni culturali” oltre che alla fame nel mondo e all’assistenza ai rifugiati. 
In una nota, i tre Senatori denunciano che “da quando esiste l’obbligo dell’8×1000 il Governo non ha mai pubblicizzato le finalità di tale misura, di fatto rinunciando a un gettito extra da destinare a costose attività come quelle della tutela dei beni culturali o alla gestione di danni da cataclismi come il terremoto abruzzese. Perché Berlusconi, Tremonti, Schifani o Fini nelle loro presenze in Abruzzo, piuttosto che entrare in concorrenza con centinaia di associazioni benefiche che attingono al 5×1000, non lanciano un appello affinché gli italiani per il 2009 destinino tutti il proprio 8×1000 allo Stato per la ricostruzione delle zone terremotate? In questo periodo di crisi nella crisi, sarebbe una gravissima omissione. Negli ultimi anni l’8×1000 ha abbondantemente superato il miliardo di euro.
Qui il testo dell’interrogazione

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi