Ricerca staminali embrionali. Il “giallo” della esclusione dai finanziamenti per la ricerca… Interrogazione

Interrogazioni Stampa Stampa Invia un commento

Interrogazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca al ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali

Premesso che:
- il “Programma per la ricerca sanitaria 2008: attività di Ricerca sulle Cellule Staminali” (art.12 bis del D.Lgs. 502/92, come modificato e integrato dal Decreto legislativo n.229/99) al punto 2.1) con cui vengono destinati 8 milioni di euro alla ricerca scientifica precisa che “saranno esclusi i progetti che prevedono l’utilizzo delle cellule staminali embrionali di origine umana”;

- nel corso di una conferenza stampa tenutasi lo scorso 6 marzo e organizzata dall’Associazione Coscioni, il prof. Giulio Cossu, direttore dell’Istituto cellule staminali del San Raffaele di Milano e membro della commissione chiamata dal ministero del Welfare, Salute e Politiche Sociali a redigere tale bando, ha spiegato che tale frase e’ stata inserita dopo che una commissione tecnica ”voluta dallo stesso Fazio la scorsa primavera, aveva elaborato un testo che voleva promuovere i buoni progetti ed escludere dai finanziamenti quelli che non lo erano, ma non faceva nessun esplicito riferimento alle staminali embrionali”;

- poche ore dopo il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio rendeva nota una dichiarazione: ”la modifica del Bando, che esclude i progetti che prevedono l’utilizzo di staminali embrionali di origine umana, e’ stata introdotta in seguito alla espressa richiesta fatta al Governo dai presidenti delle Regioni nella riunione del 26 febbraio in sede della Conferenza Stato-Regioni, alla quale il Bando stesso, come e’ previsto, e’ stato sottoposto”. Dello stesso tenore alcune dichiarazioni riportate dalle agenzie della sottosegretaria all’Etica, Eugenia Roccella;

- il coordinatore della Commissione salute della Conferenza Stato-Regioni, Enrico Rossi, smentiva tale ricostruzione: “Nella riunione della Conferenza Stato-Regioni del 26 febbraio e’ stato ratificato in modo unanime ‘l’Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali di bando di ricerca sanitaria per l’anno 2008 finalizzata per progetti di ricerca sulle cellule staminali’ e in quella sede non e’ stata richiesta alcuna modifica al testo concordato in sede tecnica tra le Regioni e il Ministero del lavoro, salute e politiche”.

Considerato inoltre che:
- e’ stata gia’ depositata una interrogazione (Atto n. 4-01227) per sapere quali siano le motivazioni scientifiche in base alle quali il Governo ha deciso di discriminare preventivamente un filone di ricerca particolarmente promettente, e per sapere se il Governo abbia calcolato le conseguenze in termini di minori possibilita’ della ricerca italiana di concorrere ai fondi dell’Unione europea, o le conseguenze in termini di possibili azioni giudiziarie da parte di soggetti titolati a partecipare al bando e attrezzati per proporre ricerche su cellule staminali embrionali di derivazione umana.

Per sapere:
formalmente come si siano svolti i fatti. Chi ha inserito l’esclusione della ricerca con le staminali embrionali al punto 2.1 del bando in questione, e perche’ non si sia ritenuto opportuno assumersi pubblicamente l’onere della decisione.

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi