Droga: Senatori Radicali chiedono a Governo il perché del veto su posizione Ue in materia di riduzione del danno

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

I Senatori Radicali nel Gruppo del Pd Marco Perduca e Donatella Poretti, hanno depositato oggi un’interrogazione urgente al Ministro degli esteri e al sottosegretario Giovanardi per sapere se quanto affermato dal dottor Serpelloni relativamente alla volontà italiana di non concordare sull’inclusione del termine “riduzione del danno” nella dichiarazione dell’Ue corrisponda in effetti alla posizione del Governo italiano. per quali motivi, stante l’ampia letteratura che documenta come la cosiddetta “riduzione del danno” non includa, né escluda, una vasta gamma di interventi tutti ritenuti unanimemente efficaci nel tentativo di curare le tossicomanie, il Governo ritenga di dover ottenere da parte dell’Unione europea la codificazione definitiva di ciò che è da considerarsi come riduzione del danno. Infine, Se il Governo non ritiene foriero di gravi conseguenze politiche, tanto comunitarie, quanto individuali, l’arrivare a imporre un veto a una posizione comune in materia di politiche socio-sanitarie da parte dell’Unione europea.
L’11 e 12 marzo prossimi alle Nazioni unite di Vienna si terrà il segmento ministeriale della Commissione Droghe dove si dovranno prendere in considerazione i risultati di 10 anni di guerra alla droga in un contesto in cui nessuno degli indicatori dimostra il minimo progresso fatto nel tentativo di ridurre la produzione, il consumo e il commercio delle sostanze proibite dalle tre Convenzioni Onu.

Qui il testo dell’interrogazione

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi