Sicurezza giocattoli. Se l’Ue non fa abbastanza, in Italia si puo’ fare meglio. Interrogazione

Interrogazioni Stampa Stampa Invia un commento

Interrogazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca al Ministro delle Politiche Europee

Premesso che:

- l’Aduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) ha reso noto che secondo l’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR), le disposizioni relative alla sicurezza dei giocattoli, approvate con la nuova direttiva Ue del 18 dicembre 2008, non sono sufficienti a tutelare la salute dei bambini, e alcune di queste potrebbero, addirittura, portare ad un aumento dei rischi (http://www.bfr.bund.de/cd/27588);
- il BfR e’ particolarmente critico nei confronti dei nuovi valori limite per i metalli pesanti consentiti nei giocattoli per bambini;

- secondo la nuova direttiva i giocattoli potranno rilasciare maggiori quantita’ di piombo rispetto alle disposizioni in vigore fino ad oggi;

- la direttiva, inoltre, non offre una protezione sufficiente ai bambini relativamente alle sostanze allergizzanti, contenute nei profumi, e al nichel;

per sapere:

se il Ministro non intenda proporre modifiche nel recepimento della Direttiva europea del 18 dicembre 2008 (Nuove norme sulla sicurezza dei giocattoli), sulla base delle indicazioni del BfR.

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi