Canone/imposta Rai per il computer. In attesa di precise disposizioni, ora si paga o no? Interrogazione

Interrogazioni Stampa Stampa Invia un commento

Interrogazione al Ministero dello sviluppo Economico e al Ministero di Economia e Finanze da parte dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca, Radicali – Pd

premesso che

- il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani ad un’interrogazione (4-00029) dei sottoscritti dello scorso 21 maggio (http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=302048) sul pagamento dell’imposta comunemente definita “canone Rai” anche per i possessori di computer, cosi’ concludeva nella risposta: “In considerazione del fatto che non sussiste ancora una interpretazione univoca circa la individuazione degli apparecchi, diversi dai televisori tradizionali, atti od adattabili alla ricezione delle trasmissioni, si ritiene opportuno procedere ad un approfondimento tecnico-giuridico della questione, anche attraverso il confronto con il Ministero dell’economia e delle finanze, l’agenzia delle entrate e la concessionaria del servizio pubblico”;

considerato che

- l’Aduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) ha fatto sapere che sempre il sottosegretario Paolo Romani, lo scorso 13 gennaio, in una trasmissione tv sulla rete Telelombardia, ha invece asserito che l’imposta alla Rai vada pagata anche per il possesso di un computer (http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=246551);

- la Rai, sul suo sito e nelle lettere che invia a casa dei contribuenti, intima il pagamento:
* alle famiglie anche per il possesso del computer
(http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/RisposteFAQ.aspx?ID=24),
* alle aziende (canone speciale) solo per il possesso di un apparecchio tv
(http://www.abbonamenti.rai.it/Speciali/IlCanoneSpeciali.aspx);

- che la Costituzione della Repubblica, all’art.3 cosi’ recita: “Tutti i cittadini hanno pari dignita’ sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali…..”.

Per sapere

- in attesa della “interpretazione univoca circa la individuazione degli apparecchi, diversi dai televisori tradizionali, atti od adattabili alla ricezione delle trasmissioni”, se i possessori di computer devono o meno pagare l’imposta alla Tv di Stato;

- se questa imposta e’ dovuta nelle more di una interpretazione, cosa intendono fare i Ministri per recuperare il canone speciale non versato dalle aziende, perche’ male informate dalla Rai;

- se questa imposta non e’ dovuta, cosa intendono fare i Ministri per rimborsare quelle famiglie che hanno versato il canone ordinario per il possesso del solo computer, perche’ male informate dalla Rai;

- quali provvedimenti intendono prendere i Ministri nei confronti della Rai per l’arbitraria e mala informazione in almeno uno dei due casi descritti sopra sul pagamento o meno di questa imposta.

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

1 Risposta to “Canone/imposta Rai per il computer. In attesa di precise disposizioni, ora si paga o no? Interrogazione”

  1. Canone/imposta Rai per il computer. In attesa di precise disposizioni, ora si paga o no? Interrogazione | SEN. DONATELLA PORETTI Says:

    [...] qui il testo dell’interrogazione [...]

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi