Senato: Perduca e Poretti, Più i privilegi dei diritti. Ultimo atto di partitocrazia e corporazioni: la riforma forense

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento
Dichiarazione dei Senatori Radicali Marco Perduca e Donatella Poretti:
“Non poteva chiudersi piu’ degnamente questa legislatura se non con un ultimo colpo di coda delle corporazioni nell’ultimo atto davanti al Senato: la “riforma” della professione forense fella legislatura: contano più i privilegi delle corporazioni che la salvaguardia dei diritti. E’ solo cosi’ che si puo’ spiegare l’inserimento della “controriforma” forense all’ultimo minuto utile dell’aula del Senato il 19 dicembre e non la legge sulla messa in prova dei detenuti.
A fronte della illegalita’ delle carceri italiane, del sistema penitenziario in particolare ma della giustizia più in generale, i gruppi parlamentari del Senato hanno deciso che la priorita’, unica e ultima di questa legislatura era approvare una legge scritta da una parte dell’avvocatura, osteggiata dai giovani e in contrasto con i principi liberali in vigore negli altri Paesi europei. Un atto di ossequio di una classe politica incapace di fare leggi per i cittadini, ma prona alle lobby.
Per quanto ci riguarda come Radicali confermiamo con atti e parole la nostra opposizione a questa legge e fin d’ora solleveremo la pregiudiziale di costituzionalita’ scritta non da noi, ma dalla commissione Lavoro del Senato.
Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi