- SEN. DONATELLA PORETTI - http://blog.donatellaporetti.it -

Affido Condiviso. Emendamenti

Posted By Donatella On 5 luglio 2012 @ 10:03 In Emendamenti | 4 Comments

A.S. 957

Emendamento 1

All’articolo 1, comma 1, lettera a), premettere la seguente: 

“0a) Al primo comma, dopo le parole: “Il figlio minore ha il diritto” aggiungere le seguenti: “, nel proprio esclusivo interesse morale e materiale,” 

Emendamento 2

Art. 1

Al comma 1, lettera a) le parole: ” pariteticamente, salvi i casi di impossibilità materiale,” sono sostituite dalle seguenti: ” con paritetica assunzione di responsabilità e impegni e pari opportunità per i figli, salvo i casi di impossibilità materiale ”

Emendamento 3

Art. 1

Al comma 1, la lettera a) è sostituita dalla seguente:

“a) Anche in caso di separazione personale dei genitori il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi con paritetica assunzione di responsabilità e impegni e pari opportunità per i figli, salvo i casi di impossibilità materiale, e di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale, ai quali è data facoltà di chiedere al giudice di disciplinare il diritto dei minori al rapporto con essi, con procedimento al di fuori del processo di separazione.”

Conseguentemente, sopprimere la lettera c).

Emendamento 4

Art. 1

Al comma 1, lettera b), sostituire le parole da: “Determina i tempi”  a: “e il ruolo dell’altro.” Con le seguenti: ” Il giudice valuta la natura del conflitto, distinguendo la unilaterale aggressività da quella reciproca. Determina i tempi e le modalità della presenza dei figli presso ciascun genitore, tenendo conto della capacità di ciascuno di essi di rispettare la figura e il ruolo dell’altro, stabilendo dove avranno la residenza anagrafica e fissandone il domicilio presso entrambi.”

Emendamento 5

Art. 1

 

Al comma 1, lettera b), sostituire le parole da: “deve contribuire” a: “all’educazione dei figli” con le seguenti: “ deve contribuire al mantenimento dei figli, ai sensi del comma 4 dell’art.155, nonché alla cura, all’istruzione e all’educazione dei figli.”

Emendamento 6

Art. 1

Al comma 1, lettera b), quinto periodo, sostituire le parole: ” se non contrari all’interesse dei figli” con le seguenti: ” se non contrari all’interesse e ai diritti dei figli di cui al primo comma,”

Emendamento 7

Art. 1

Al comma 1, d), aggiungere, infine, il seguente periodo: ” dopo il secondo periodo è inserito il seguente: «Il cambiamento di residenza dei figli costituisce decisione di maggior interesse e richiede l’accordo dei genitori.»

Conseguentemente, all’articolo 2, comma 1, lettera b),capoverso “Il genitore, sopprimere le parole da:” Il cambiamento” a: “è rimessa al giudice.”

Emendamento 8

Art. 1

Al comma 1, lettera e), capoverso “Salvo, secondo periodo, dopo le parole: ” Le modalità” aggiungere le seguenti: ” e i capitoli di spesa”

Emendamento 9

Art. 1

Al comma 1, la lettera lettera f) è sostituita dalla seguente: “f) Al quinto comma le parole: «L’assegno è automaticamente» sono sostituite dalle seguenti: «L’eventuale assegno perequativo è automaticamente».

Emendamento 10

Art. 2

Al comma 1, lettera a), capoverso: “Il giudice, sostituire le parole da: ” In ogni caso” fino alla fine, con le seguenti: ” La comprovata e perdurante violenza, sia fisica che psicologica nei confronti dell’altro genitore o dei figli, ivi comprese la manipolazione di essi mirata al rifiuto dell’altro genitore o al suo allontanamento nonché la loro presenza a episodi di violenza fisica, comporta l’esclusione dall’affidamento. Le denunce comprovatamente e consapevolmente false mosse al medesimo scopo comportano altresì l’esclusione dall’affidamento, ove non ricorrano gli estremi per una sanzione più grave. In ogni caso il giudice può per gravi motivi ordinare che la prole sia collocata presso una terza persona o, nell’impossibilità, in una comunità di tipo familiare.”

Conseguentemente, all’articolo 9, comma 1, la lettera b) è soppressa.

Emendamento 11

Art. 3

Al comma 1, premettere il seguente: ” 01. All’155-quater del codice civile, al primo comma, primo periodo, la parola: “prioritariamente” è sostituita dalla seguente: “esclusivamente”

Emendamento 12

Art. 3

Al comma 1, sostituire le parole da: ” Nel caso in cui” a:” secondo i criteri ordinari.” con le seguenti: ” Nel caso in cui l’assegnatario della casa familiare, che non ne sia l’esclusivo proprietario, contragga nuovo matrimonio o conviva more uxorio, se i tempi della frequentazione sono simili la sua assegnazione in godimento è revocata, a tutela dell’interesse dei figli a conservare intatto il luogo di crescita, e il giudice dispone, a domanda, secondo i criteri ordinari. Se l’assegnatario non proprietario non abita o cessa di abitare stabilmente nella casa familiare il diritto al suo godimento viene meno in ogni caso e la casa torna nella disponibilità del proprietario.»

Emendamento 13

Art. 3

Dopo il comma 1, aggiungere il seguente:

“1-bis. All’articolo 155-quater del codice civile, al secondo comma, le parole: «l’altro coniuge» sono sostituite dalle seguenti: «ciascuno di essi».

 Emendamento 14

Art. 4

Al comma 1, capoverso “Dell’assegno, sostituire le parole da: “Dell’assegno perequativo” a: ” ne subisce un danno. ” con le seguenti: ”  «Dell’assegno perequativo eventualmente stabilito per il mantenimento del figlio, o delle somme eventualmente versate dai genitori in favore del figlio quale contribuzione per il suo mantenimento, è titolare quest’ultimo quando diventa maggiorenne; il figlio maggiorenne è altresì tenuto a collaborare con i genitori e a contribuire alle spese familiari, finché convivente. Ove il genitore obbligato si renda inadempiente, in caso di inerzia del figlio è legittimato ad agire anche l’altro genitore.»

Emendamento 15

Art. 1

 

All’articolo 1, premettere il seguente:

“Art. 01.

1. All’articolo 45, secondo comma, del codice civile, dopo le parole: «il minore ha il domicilio del genitore con il quale convive» sono aggiunte, in fine, le seguenti: «, ovvero di entrambi se l’affidamento è condiviso”.

Emendamento 16

Art. 5

Dopo l’articolo 5, aggiungere il seguente:

“5-bis. All’articolo 316 del codice civile, il quarto comma, è sostituito dal seguente: ” Se sussiste un incombente pericolo di grave pregiudizio per il figlio, i provvedimenti urgenti ed indifferibili possono essere adottati autonomamente dal genitore che è presente o che ne ha la migliore opportunità, se assenti entrambi.”

Emendamento 17

Art. 6

Al comma 1, capoverso “Se il riconoscimento, aggiungere, infine, “anche in assenza dei provvedimenti del giudice.”

Emendamento 18

Art. 8

Al comma 1, capoverso “Art. 709-bis.1.,secondo comma, sostituire le parole: ” dell’articolo 709-ter.” con le seguenti: ” dell’articolo 706.”

Emendamento 19

Art. 7

 

Dopo l’articolo 7, aggiungere il seguente:

“7-bis.

1. All’articolo 708 del codice di procedura civile, il quarto comma è sostituito dal seguente:  «Contro i provvedimenti di cui al terzo comma si può proporre reclamo davanti al tribunale, in composizione collegiale, nel termine e nelle forme di cui all’articolo 669-terdecies».”.

Emendamento 20

Art. 7

 

Dopo l’articolo 7, aggiungere il seguente:

“7-bis.

1. All’articolo 709 del codice di procedura civile, dopo il quarto comma è aggiunto, in fine, il seguente: «Avverso i provvedimenti nell’interesse della prole e dei coniugi emessi dal giudice istruttore è ammissibile il reclamo davanti al tribunale, in composizione collegiale, ai sensi dell’articolo 669-terdecies del codice di procedura civile».”.

 

 

 

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Article printed from SEN. DONATELLA PORETTI: http://blog.donatellaporetti.it

URL to article: http://blog.donatellaporetti.it/?p=3040

URLs in this post:

[1] Image: http://sociallist.org/submit.php?type=1&lang=en&url=http%3A%2F%2Fblog.donatellaporetti.it%2F%3Fp%3D3040&title=Affido+Condiviso.+Emendamenti

Copyright © 2009 SEN. DONATELLA PORETTI. All rights reserved.