Quali iniziative il Governo ha adottato o intenda adottare al fine di sostenere e sollecitare l’Agenzia Nazionale a rendere vitale ed efficiente l’intero ciclo del contrasto alle ricchezze della criminalità organizzata?

Interrogazioni Stampa Stampa Invia un commento

Interrogazione dei senatori Donatella Poretti e Marco Perduca al Ministro dell’Economia e al Ministro dell’Interno 

 

Premesso che:

Il Governo ha più volte fatto ricorso a misure straordinarie per la stabilizzazione finanziaria, per il contenimento  della spesa pubblica e per favorire il rilancio della competitività economica. I dati delle autorità competenti indicano a luglio 2011, la disponibilità per il completo reinserimento nel circuito virtuoso economico e sociale, di oltre  11.000  beni sottratti in via definitiva alla criminalità organizzata, di cui quasi 1.500 aziende. Dalla stima fatta dall’Agenzia Nazionale  su l’insieme di circa 2.000 beni confiscati, viene stimato un patrimonio di 362 milioni di euro solo considerando il valore di questo sotto insieme e su valori  nona attualizzati. Al primo posto per numero di beni confiscati resta sempre la Sicilia, con 5.000 beni. Seguono Campania, Calabria, Lombardia e Puglia. Gli immobili confiscati sono dislocati in tutte le Regioni italiane, con una concentrazione nel Sud, proprio dove maggiori sono le esigenze di nuove strutture  istituzionali e di utilità sociale;

Considerato che:

Le procedure di sequestro e confisca  alla criminalità organizzata, oltre allo scopo di irrogare sanzioni patrimoniali, hanno la rilevante funzione sociale di assicurare il reinserimento dei beni nel ciclo dell’economia legale e della libera concorrenza.

La legge vigente in materia stabilisce che i beni confiscati vengano devoluti allo Stato e che è compito dell’Agenzia Nazionale sui beni confiscati  l’amministrazione e la destinazione dei beni. Il principale vincolo alla destinazione dei beni in gestione all’Agenzia Nazionale sui beni confiscati  è la presenza di gravami ipotecari.

L’Agenzia fu istituita proprio per risolvere  e  assicurare l’efficace amministrazione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni mafiose, anche attraverso il  raccordo con le altre amministrazioni interessate, al fine di garantire un rapido utilizzo di tali beni.

Per sapere:

- quali iniziative il Governo ha adottato o intenda adottare al fine di sostenere e sollecitare l’Agenzia – anche attraverso la sottoscrizione di accordi con gli istituti bancari o meglio in sede Abi – a superare in tempi rapidi le diverse criticità che bloccano con le ipoteche il riutilizzo dei beni.

- quali iniziative il Governo ha adottato o intenda adottare al fine di sostenere e sollecitare l’Agenzia a rendere vitale ed efficiente l’intero ciclo del contrasto alle ricchezze della criminalità organizzata e quindi volte a facilitare le richieste di utilizzo da parte degli aventi diritto anche attraverso la pubblicazione tempestiva sul sito dell’Agenzia dell’elenco e delle caratteristiche dei beni immobili da destinare ad utilità sociale.

 

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi