Nuova disciplina del prezzo dei libri. Emendamenti e ordine del giorno a Ddl 2281

Emendamenti, Ordini del giorno Stampa Stampa Invia un commento

Emendamenti all’art. 2 Disegno di legge N. 2281

Atto Senato n. 2281 – Nuova disciplina del prezzo dei libri
http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Ddliter/35668.htm

G101

PORETTI, PERDUCA

Il Senato,

premesso che:

all’inizio di ogni anno scolastico le famiglie con figli in età scolastica si trovano ad affrontare il problema del «caro libri»;

in alcuni Paesi europei le scuole pubbliche acquistano i libri di testo e li distribuiscono agli studenti, i quali a fine anno li restituiranno per gli studenti dell’anno successivo. Se i libri vengono danneggiati, lo studente paga per ripararli oppure riacquistarli. La vita media di un libro di testo potrebbe così essere di cinque anni, con un risparmio dell’80%. Questa è la soluzione adottata anche dal sistema educativo pubblico degli Stati Uniti, dove il primo giorno di scuola ogni studente, dalle elementari alle superiori, riceve gratuitamente i libri di testo;

considerato che:

con queste modalità si darebbe piena attuazione all’articolo 34 della Costituzione, laddove si prevede che almeno l’istruzione inferiore sia gratuita oltre che obbligatoria;

in questo modo, non sarebbero soltanto gli editori a stabilire i prezzi, ma anche le scuole o addirittura i distretti scolastici, che avrebbero un maggiore potere d’acquisto rispetto al singolo studente. Gli editori sarebbero così disincentivati dal produrre una nuova edizione ogni anno con l’intento di evitare il «riciclaggio» dei libri usati, perchè le scuole probabilmente non comprerebbero nuovi libri per alcuni anni;

impegna il Governo:

a valutare iniziative, anche di tipo sperimentale, per la distribuzione gratuita e in prestito dei libri di testo nell’ambito della scuola pubblica.

*************
2.100

PORETTI, PERDUCA

Sostituire l’articolo con il seguente:

«Art. 2.

(Liberalizzazione del prezzo dei libri)

1. Il prezzo al consumatore finale dei libri venduti sul territorio nazionale è liberamente fissato dall’editore o dall’importatore. È comunque fatta salva la facoltà dei venditori al dettaglio di promuovere campagne promozionali e applicare sconti.

2. È consentita la vendita dei libri ai consumatori finali, da chiunque e con qualsiasi modalità effettuata.

3. Alla vendita dei libri non si applicano le norme in materia di vendite promozionali, di saldi di fine stagione e di disciplina del settore della distribuzione commerciale di cui ai commi 1, lettere e) e f), 3 e 4 dell’articolo 3 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248».

*************
2.103

PORETTI, PERDUCA

Al comma 3, sostituire il primo periodo con il seguente: «Agli editori è consentita la possibilità di realizzare campagne promozionali».

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

1 Risposta to “Nuova disciplina del prezzo dei libri. Emendamenti e ordine del giorno a Ddl 2281”

  1. PREZZI. Libri, Senato discute ddl che disciplina prezzo dei libri. Emendamenti dei Senatori Radicali | Associazione di Consumatori Says:

    [...] che non possono durare più di un mese e mai a dicembre”. I Senatori hanno presentato alcuni emendamenti che vanno nella direzione auspicata dall’Antitrust. L’Autorità a novembre scorso, in [...]

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi