Class Action. Ministro Scajola, faccia legge liberale e nell’interesse dei consumatori

Comunicati Stampa Stampa Invia un commento

Viste le buone intenzioni dichiarate dal Ministro Claudio Scajola sull’introduzione della class action la cui entrata in vigore slitta al 1 gennaio del prossimo anno, occorre capire nel frattempo come sarà cambiato il provvedimento. La class action italiana, così come sarebbe entrata in vigore il prossimo 29 giugno, è una legge assolutamente migliorabile, ma anche peggiorabile nell’interesse di una vasta platea di esponenti della finanza e dell’industria nazionale.
Vediamo se il nostro ministro riuscirà entro il prossimo gennaio a divincolarsi da queste pressioni e a varare un provvedimento liberale e nell’interesse dei consumatori, che preveda il risarcimento automatico per il danneggiato e la possibilità per chiunque di adire queste cause collettive. 
Qui il disegno di legge che ho gia’ depositato al Senato grazie alla collaborazione dell’Aduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori)

Aggiungi fra i preferiti e condividi:

Invia un commento

Devi essere un utente registrato per inviare un commento.

WP Theme & Icons by N.Design Studio
RSS Articoli RSS Commenti Accedi